Fantacalcio

Fantacalcio cos’è e come funziona

Il fantacalcio è un gioco fantasport sul calcio, che consiste nell’organizzare e gestire squadre virtuali composte da calciatori realmente esistenti, scelti fra quelli che giocano il campionato cui il gioco si riferisce (Serie A, UEFA Champions League, Mondiale, Europeo, ecc).

In Italia il Fantacalcio è diventato un vero fenomeno di massa, infatti, si è stimato che solo nel nostro paese, i fantallenatori italiani siano più di 6 milioni (più dei 4 milioni che seguono il calcio).

Storia del Fantacalcio

Il fantacalcio fu inventato da Riccardo Albini che trasse ispirazione da un passatempo americano basato sul gioco del baseball, venne pubblicato per la prima volta in Italia nel 1990 grazie a Edizioni Studio Vit. Successivamente, nel 1994 La Gazzetta dello Sport iniziò ad ospitare sulle proprie pagine, le votazioni per calcolare i punteggi delle fantasquadre. L’iniziativa fu un’enorme successo editoriale: inizialmente infatti era stata ipotizzata una partecipazione di circa 10.000 partecipanti ma, nel corso dell’anno, furono raggiunti 70.000 iscritti.

Fantacalcio europeo

A livello europeo sono presenti due fantacalcio gestiti della UEFA, legati alle due maggiori competizioni continentali per club, la UEFA Champions League (Uefa Champions League Fantasy Football Game) e la UEFA Europa League (UEFA Europa League Fantasy Football Game).

In ambi i casi le regole sono simili a quella della Fantasy Premier League, tranne per il fatto che i portieri delle squadre che non subiscono reti ricevono 2 punti e non 4, non sono previsti i bonus e dopo il primo, i trasferimenti costano 2 punti a giocatore.

Fantacalcio inglese

Il fantacalcio inglese (Fantasy Premier League) è il gioco fantasy del calcio britannico. E’ presente anche una versione completamente in italiano. Lo scopo del gioco è amministrare una fantasquadra, formata da veri calciatori delle squadre del campionato inglese di Premier League.

L’esito di ogni match si basa sulle reali prestazioni dei calciatori che formano ad ogni turno di campionato la fantasquadra. La rosa di ciascuna fantasquadra è suddivisa in 15 calciatori:

  • 2 portieri
  • 5 difensori
  • 5 centrocampisti
  • 3 attaccanti

Le singole gare di campionato sono giocate da una fantasquadra formata da 11 giocatori (più 4 riserve), suddivisi nei rispettivi ruoli in base ai moduli (4-4-2, 4-3-3, 5-3-2, 5-4-1, 3-3-4, 4-2-4 ecc.). E’ possibile fare qualsiasi tipo di formazione, a patto che presentino almeno 1 attaccante e 3 difensori.

Le fantasquadre si sfidano in una serie di partite, il cui esito è stabilito dal punteggio accumulato in base al tempo passato in campo da parte di un giocatore senza subire reti, gol, assist, espulsioni, ammonizioni e autogol:

  • +1 punto per ogni giocatore che ha giocato almeno 1 minuto di gara
  • +2 punti per ogni giocatore che ha giocato almeno 60 minuti di gara (compreso il bonus di sopra)
  • +6 punti per ogni gol del portiere o dei difensori
  • +5 punti per ogni gol dei centrocampisti
  • +4 punti per ogni gol degli attaccanti
  • +3 punti per ogni assist
  • +4 punti per un portiere o un difensore che ha giocato almeno 60 minuti di gara e la cui squadra non ha subìto reti durante questo periodo di tempo
  • +1 punto per ogni centrocampista che ha giocato almeno 60 minuti di gara e la cui squadra non ha subìto reti durante questo periodo di tempo
  • +1 punto ogni tre parate del portiere
  • +5 punti per un rigore parato
  • -2 punti per un rigore sbagliato
  • +1/+2/+3 punti ai tre giocatori migliori della partita
  • -1 punto ogni 2 gol subiti dal portiere e difensore
  • -1 punto per un’ammonizione
  • -3 punti per un’espulsione
  • -2 punti per ogni autogol

Fantacalcio italiano

Ufficialmente esistono tre tipologie di fantacalcio: quello con classifica a somma voti o “tutti contro tutti”, quello con classifica a punti determinati dagli scontri diretti e la competizione in stile Formula 1.

Lo scopo del gioco è quello di condurre una fantasquadra, formata da veri calciatori presenti nel campionato italiano, alla conquista del fantascudetto di Lega. L’esito di ogni partita si basa sulle reali prestazioni dei calciatori che formano settimanalmente la fantasquadra.

Una lega è composta, in genere, da un numero di persone variabile tra 4 e 10: per quanto sia aritmeticamente possibile schierare fino a 20 squadre (tante quante quelle del campionato di Serie A), se giocano più di 10 persone, aumenta il rischio per ciascun giocatore di non avere a disposizione abbastanza calciatori per poterne schierare 11, a meno che la lega non consenta di utilizzare qualunque giocatore come concorrente, purché si rientri nel budget stabilito inizialmente. Ogni giocatore può fungere sia da presidente sia da allenatore della propria fantasquadra.

Per regolamento, la fantasquadra dev’essere formata da 25 calciatori, benché in numerose varianti sia concesso un numero di giocatori differente:

  • 3 portieri
  • 8 difensori
  • 8 centrocampisti
  • 6 attaccanti

Le partite singole di campionato sono giocate da una fantasquadra composta da 11 titolari suddivisi nei rispettivi ruoli in base ai moduli. Ufficialmente sono ammessi i moduli 4-4-2, 4-3-3, 4-5-1, 5-3-2, 5-4-1, 6-3-1.

Tuttavia esistono delle varianti del regolamento, che permettono l’utilizzo anche di formazioni 3-4-3, 3-5-2 e il 3-6-1. Nel campionato a scontri diretti, le fantasquadre si affrontano in una serie di match il cui esito è stabilito dalla somma dei voti assegnati in pagella dai quotidiani (principalmente La Gazzetta dello Sport e in misura minore il Corriere dello Sport e TuttoSport) da magazine online o redazioni fantacalcistiche come SportMediaset, Sky e Fantagazzetta, o negli ultimi tempi, da alcuni algoritmi che elaborano il voto in maniera parametrica in base alle statistiche delle sfide.

Nel fantacalcio a somma voti invece vengono sommati tutti i voti e i bonus/malus di ogni singola giornata per stabilire la classifica.

A questi valori base bisogna aggiungere i punti “bonus” e “malus” dovuti a diverse variabili:

  • +3 punti per ogni gol segnato
  • +3 punti per ogni rigore parato (portiere)
  • +2 punti per ogni rigore segnato
  • +1 punto per ogni assist effettuato
  • -0,5 punti per ogni ammonizione
  • +1 portiere imbattuto
  • -1 punto per ogni gol subito dal portiere
  • -1 punto per ogni espulsione
  • -2 punti per ogni autorete
  • -3 punti per un rigore sbagliato

Qui di seguito, la tabella di conversione in gol dei punteggi ottenuti dalla somma di voti e bonus/malus:

  • Meno di 66 punti: 0 gol
  • Da 66 a 71.5 punti: 1 gol
  • Da 72 a 77.5 punti: 2 gol
  • Da 78 a 83.5 punti: 3 gol
  • Da 84 a 89.5 punti: 4 gol
  • Da 90 a 95.5 punti: 5 gol
  • Da 96 a 101.5 punti: 6 gol
  • E così via ogni 6 punti un gol

Tuttavia nel corso degli anni la Federazione Fantacalcio ha apportato qualche modifica alla tabella, portando nel 2002/2003 la soglia per il 3° gol da 78 a 77 punti e assegnando i gol successivi ogni 4 punti (4 gol con 81 punti, 5 con 85 punti, 6 con 89 punti e così via).

Dal momento in cui un giocatore non ha ricevuto voto, subentra il voto dei giocatori presenti in panchina. Nel caso in cui nessun giocatore tra i titolari o i panchinari riceva votazione subentrerà la riserva d’ufficio, il cui voto sarà considerato essere sempre un 4; tale riserva può essere usata solo una volta, se più giocatori non giocano gli altri non avranno punteggio e bisognerà giocare in inferiorità numerica.

Nel caso in cui un fantallenatore abbia solo giocatori subentrati a gara iniziata invece e non abbia titolari in un determinato ruolo, il voto viene conteggiato al giocatore subentrato. Qualora dovesse esserci il rinvio di una o più partite il Regolamento Ufficiale del Fantacalcio prevede per gli scontri lo stand-by della gara, con successiva aggiunta di voti bonus e malus alla ripresa della gara. In caso di sospensione definitiva si attesta il 6 d’ufficio ai partecipanti e il 5,5 ai portieri. Alcune tipologie di fantacalcio, come quelle di Repubblica e Facebook, invece prevedono il 6 d’ufficio per tutti, compresi i portieri.

La classifica del campionato di Lega è stabilita per punteggio, con attribuzione di 3 punti per la partita vinta, 1 punto per la partita pareggiata e zero punti per la partita persa. Il fantacampionato termina quando sono state giocate tutte le partite previste dal calendario. La squadra col maggior numero di punti è dichiarata “Campione di Lega”. La formazione dev’ essere comunicata a seconda dei regolamenti o entro l’inizio della prima partita in programma nella giornata o trenta minuti prima di tale orario. Nel caso in cui la formazione non venga inserita prima del termine stabilito, si attiva automaticamente, la formazione schierata nella giornata precedente, senza alcuna penalizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su