Texas hold’em Poker, cos’è e come si gioca

Il Texas Hold’em è una delle varianti di poker più giocate al mondo in assoluto. È il gioco con la quale viene stabilito il campione del mondo di poker in occasione del Main Event delle World Series of Poker ed è la variante di poker più semplice, coinvolgente e prestigiosa.

Da giocare nei casinò fisici o online, questo gioco è rapido e pieno di azione e richiede abilità, furbizia e scaltrezza per arrivare al successo. Da alcuni noti giocatori è stato soprannominato la ‘Cadillac del Poker’, ed è effettivamente un gioco inimitabile sia nelle competizioni che nei giochi cash.

Come si gioca a Texas Hold’em

Per prima cosa, tutti i giocatori ricevono due carte coperte. A questo punto segue un giro di puntate, dopodiché, vengono distribuite tre carte comuni posizionate al centro del tavolo. Questa fase del gioco è detta ‘Flop’.

Viene effettuato quindi un altro giro di puntate, seguito da una quarta carta comune collocata al centro del tavolo chiamata ‘Turn’. Arriva poi un’ulteriore giro di puntate, seguito ancora dalla distribuzione dell’ultima carta comune al centro del tavolo, detta ‘River’. A questo punto si ha l’ultimo giro di puntate, seguito dallo showdown. I giocatori possono usare sia le carte comuni che le proprie carte, per realizzare la combinazione migliore fatta di cinque carte. Il giocatore che ha la mano migliore si aggiudica il piatto.

Come sono strutturati i bui?

A differenza delle altre varianti di poker che sfruttano un sistema di puntate ante, l’Hold’em utilizza un sistema di puntate obbligatorie dette ‘bui’. I bui sono due puntate che vengono fatte prima della distribuzione delle carte, una detta buio, l’altra come controbuio. La posizione dei bui segue la rotazione del pulsante del mazziere, così da assicurare che ogni giocatore versi la stessa cifra. Si parte sempre dal partecipante che si trova alla sinistra del dealer (buio), seguito dal giocatore seduto alla sinistra di quest’ultimo (controbuio).

Quanto è possibile puntare nel corso di una partita?

L’Hold’em è giocato in tre varianti: limit, pot limit e no limit. Nella variante Limit Hold’em, le puntate sono prefissate ed è possibile rilanciare solo per una somma conforme (generalmente, si ha una somma prestabilita per il pre-flop e per il flop e una somma pari al doppio della prima per il turn e il river). Nella variante pot limit, i partecipanti devono limitarsi a puntare o rilanciare una cifra inferiore o pari a quella del piatto. Nella variante no limit invece, è possibile puntare qualsiasi somma in qualsiasi fase della giocata.

Esistono differenti varianti di Texas Hold’em?

A differenza di molte altre varianti di poker, nell’Hold’em non è prevista la modalità High/Low. Uno maggiori punti di forza di questo gioco, che affascina milioni di appassionati in tutto il mondo, sta proprio nella sua estrema semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su