Continua la nostra raccolta di giochi antichi e dopo aver visto il gioco dei Dadi, il Keno, e la Dama, oggi andremo a conoscere un’altro gioco, ancora più antico: Alquerque.

Alquerque, cos’è e come si gioca

L’Alquerque -conosciuto anche con il nome di Quirkat- è un antichissimo gioco da tavolo appartenente al genere astratto, nato probabilmente in Medio Oriente. E’ considerato un antenato della dama e di molti altri giochi, tra cui il fanorona, che è il gioco nazionale del Madagascar. Per giocare a Alquerque bisogna essere in due giocatori, inoltre, la durata media di una partita va dai 5 ai 10 minuti.

Storia del gioco

Le origini dell’Alquerque non sono certe ma le prime testimonianze scritte riguardanti questo gioco, risalgono al X secolo, anche se molto probabilmente il gioco esiste già da molto prima. Alcune incisioni raffiguranti il classico tavoliere dell’Alquerque risalgono al XIV secolo a.C.; la più famosa è stata ritrovata nel soffitto del tempio di Kurna, in Egitto.

Il gioco inoltre viene citato nell’opera Kitab al-Aghani (“Libro delle canzoni”) di Abū l-Faraj al-Iṣfahānī (X secolo). La prima descrizione delle regole sono state rinvenute invece nel Libro de los juegos commissionato da Alfonso X di Castiglia nel XIII secolo. Un altra raccolta di regole, più dettagliato, è stato ritrovata nel libro Board and Table Games of Many Civilizations di R. C. Bell. Ma andiamo ora a vederle entrambe meglio nel dettaglio.

Alquerque

Regole

E ora come promesso, andiamo a conoscere meglio entrambi gli insiemi regole.

Regole “di Alfonso”

Quando è il proprio turno, il giocatore sposta uno qualsiasi dei propri pezzi in una casella adiacente vuota. Un pezzo può saltare un pezzo dell’avversario, mangiandolo, se quel pezzo è adiacente e la casella successiva è vuota (esattamente come accade nella dama). Sono consentite (e obbligatorie, se possibili) mangiate multiple. Se un giocatore non mangia una pedina avversaria pur avendone la possibilità, la sua pedina viene “soffiata” (ovvero eliminato dal gioco). Vince chi elimina tutte le pedine avversarie.

Regole di Bell

Bell, oltre a quelle appena citate aggiunge alcune regole: i pezzi non possono muoversi all’indietro, ma possono mangiare all’indietro. Un pezzo non può tornare in una casella in cui è stato precedentemente nella stessa mossa, e infine, si può ottenere la vittoria anche se l’avversario non ha più spazio per fare movimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su