Con il calo delle temperature si tende anche a passare più tempo in casa, magari in famiglia o tra amici. E cosa c’è di meglio di passare il tempo facendo un’attività in grado di coinvolgere grandi e piccini come un bel gioco da tavolo? Il gioco che stiamo per presentarvi oggi è in assoluto il gioco più premiato al mondo, si tratta di 7 Wonders, un gioco che permette di catapultare il giocatore in epoche differenti. Ma esattamente come si svolge e quali sono le sue regole? Scopriamolo assieme.

7 Wonders, cos’è 

7 Wonders è un gioco di carte in stile tedesco creato da Antoine Bauza e pubblicato dalla Repos Production nel 2010. L’anno successivo il gioco ha vinto numerosi premi internazionali come: il Kennerspiel des Jahres, il Deutscher Spiele Preis, l’International Gamers Award e il Premio À la Carte. Il gioco è stato pubblicato sia in italiano sia in un’edizione multilingua comprendente olandese, inglese, tedesco, italiano e spagnolo.

Come si gioca

Ogni giocatore riceve all’inizio della partita una scheda con raffigurata una delle sette meraviglie del mondo, che rappresenta la civiltà a lui assegnata. La scheda indica quali sono i bonus che dà la meraviglia ai vari stadi di avanzamento di costruzione e le materie prime iniziali a disposizione di ciascun giocatore. La partita viene giocata su tre turni rappresentanti tre differenti epoche, dalla più antica alla più moderna. Ad ogni epoca è associato un mazzo di carte che rappresenta:

  • risorse primarie (carte marroni);
  • prodotti finiti (carte grigie);
    strutture militari (carte rosse);
  • civili (carte blu);
  • commerciali (carte gialle);
  • scientifiche (carte verdi);
  • gilde (carte viola).

Ogni carta ha il proprio costo di costruzione, che può essere gratis oppure richiedere alcune risorse o monete.

Le risorse mancanti possono eventualmente essere acquistate pagandole in monete d’oro, da uno dei giocatori vicini. Il costo di alcuni edifici può essere ignorato se si è già in possesso della stessa struttura ma dell’era precedente. All’inizio di ogni periodo storico ciascun giocatore riceve sette carte del mazzo di quell’era. Tutti i giocatori scelgono contemporaneamente una singola carta dal proprio mazzo e quindi passa il turno al giocatore vicino (alla sua sinistra nella prima e terza era e alla sua destra nella seconda era). Il contenuto delle carte giocate viene rivelato contemporaneamente, così come il loro costo e i loro effetti risolti. Si procede allo stesso modo per altri cinque turni fino a che non resta che una singola carta in mano a ogni giocatore, che a questo punto viene scartata.

gioco da tavolo 7-wonders

Alla fine di ogni periodo storico vengono risolti i conflitti militari tra vicini, quindi si distribuisce una nuova mano dal mazzo dell’era successiva e si prosegue, questo fino al terzo mazzo, dopodiché i giocatori dovranno conteggiare i loro punteggi nelle differenti aree (civile, scientifica e commerciale). Il giocatore che ottiene il punteggio più alto vince.

Espansioni

Inoltre, oltre al gioco base sono state pubblicate anche le seguenti espansioni ufficiali

  • 7 Wonders: Leaders;
  • 7 Wonders: Cities;
  • 7 Wonders: Wonder Pack;
  • 7 Wonders: Babel;
  • 7 Wonders: Anniversary Pack (Leaders e Cities);
  • 7 Wonders: Armada.

Campionato italiano di 7 Wonders

Se ti piace il gioco devi sapere che esiste anche un vero e proprio campionato italiano di 7 Wonders organizzato da Board Italian Gamers e che coinvolge ogni anno centinaia di appassionati da tutta Italia.

Torna su