Taboo cos’è e come si gioca

Taboo è un gioco di società creato da Brian Hersch e pubblicato nel 1989 dalla Milton Bradley Company, nota azienda produttrice di giochi da tavolo.

Taboo come si gioca

Lo scopo del gioco è far indovinare ai giocatori della propria squadra una parola, senza però pronunciare nessuna delle cosiddette parole tabù, ovvero un elenco di cinque parole collegate a quella da indovinare. Per esempio, se bisogna indovinare la parola “Arresto”, non si potranno utilizzare le parole “Polizia”, “Stop”, “Liberare”, “Imprigionare” e “Manette”.

Il gioco si sviluppa nel seguente modo: ci si divide in due squadre e per ogni squadra si sceglie un suggeritore (che può variare da un turno all’altro) che andrà in mezzo alla squadra avversaria a cercare di far capire agli altri componenti del proprio team una determinata parola, senza però utilizzare appunto, le 5 parole taboo.

I team si susseguono a turno con suggeritori differenti ad ogni turno, per ogni risposta corretta si guadagna un punto, mentre per ogni taboo o infrazione delle regole di suggerimento viene sottratto un punto. Al termine del turno di ogni squadra il numero dei passi della pedina corrisponderà ai punti accumulati nel turno. Il turno si conclude con lo scadere del tempo.

Una volta indovinata la parola misteriosa la stessa squadra può dunque continuare fino allo scadere del tempo. Le caselle blu fanno perdere il turno successivo della squadra che ci capita sopra; le caselle con due clessidre danno il doppio del tempo a disposizione al seguente turno della squadra che ci capita sopra; le caselle con una faccia taboo e 2 clessidre danno (oltre al precedente effetto) l’obbligo di scegliere un solo giocatore che risponderà e che non potrà interagire con i suoi compagni. Le caselle con una faccia taboo e 1 clessidra danno l’obbligo di scegliere un solo giocatore che risponderà e che non potrà parlare con i suoi compagni (facendo rimanere invariato il tempo a disposizione, ovvero una clessidra).

Sulle ultime sette caselle (viola) bisogna guadagnare almeno 3 punti per potersi muovere: se la squadra ottiene 2 parole non si muoverà, se ne ottiene 3 si muoverà di 1 casella, se ne ottiene 4 si muoverà ancora di 1, se ottiene 6 punti si muoverà di 2 caselle, e così via… ogni multiplo di 3 si potrà avanzare di una casella.

Di quest’ultima regola esistono differenti interpretazioni: per muoversi dalla prima casella viola è necessario ottenere 3 punti, per le caselle successive ci si muove di una casella per punto: se il team ha totalizzato 3 punti si muoverà di una casella, se la squadra ha totalizzato 4 punti di 2, se 5 punti di 3 ecc; se il suggeritore fa ottenere alla sua squadra 3 o più punti, la pedina della sua squadra potrà essere spostata del corrispondente numero di caselle: 0 caselle se il punteggio è inferiore a 3 e del numero di punti totalizzato se il punteggio è superiore a 3. Vince la squadra che arriva prima al traguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su