Se ti piacciono i gattini e lo stile giapponese, allora sicuramente adorerai Neko-In, un gioco da tavolo stile manga perfetto da giocare tra amici o in famiglia, visto che è adatto a chiunque dai 7 anni in su!

Neko-In, cos’è

Neko-In è un party-game della linea “Light” giocabile da 3 a 6 giocatori. Ideato da Marco Mingozzi (Everzone, Ninja Shadow Forged), ogni partita ha una durata circa di 15/20 minuti, in cui i giocatori devono trovare un gruppetto di gattini gommosi e colorati (neko in giapponese), nascosti negli angoli sperduti di un’ipotetica casa nipponica. Vince il primo giocatore che riesce a trovare e recuperare i micetti, dai loro 5 possibili nascondigli; già perché oltre che trovarli, bisogna anche acciuffarli!

Neko-In è sicuramente rivolto ad un pubblico molto giovane e può essere una simpatica idea regalo da fare ad un bambino. Ma andiamo ora a conoscere le regole del gioco.

Come si gioca

La prima cosa da fare prima di iniziare a giocare è separare i due tipi di tessere, altrimenti ci si ritrova con un po’ di confusione nella scatola. Le tessere da utilizzare sono quelle con il retro grigio; siccome ce ne sono anche cinque con il fondo nero, all’inizio è possibile sbagliarsi facilmente.

Ciascun giocatore sceglie uno dei sei gattini disponibili e posiziona sul tavolo la plancia della stanza del colore corrispondente al gatto. Al centro delle stanze viene posizionata la plancia giardino, che è anche la stanza dalla quale tutti i gatti partono inizialmente.

Sono presenti inoltre 30 tessere nascondiglio dalla quale bisogna rimuovere quelle con i colori delle stanze non in gioco, le restanti vengono mescolate e distribuite coperte tra i giocatori (ognuno ne riceverà 5). L’obiettivo del gioco è quello di liberarsi di tutte le tessere.

Svolgimento della partita

A turno, i giocatori prendono il proprio micio ed in base ai segnalini nascondiglio della propria riserva devono decidere in quale stanza far nascondere il gatto. Se sceglieranno la propria stanza allora saranno loro stessi a decidere dove piazzare l’animale. Se sceglieranno la stanza di un avversario invece, toccherà a quest’ultimo scegliere dove nasconderlo. Una volta collocato il proprio gatto, se nella stanza è presente un altro gatto scatta la zuffa. A questo punto, il giocatore di turno deve tirare i due dadi e:

  • Se esce il colore di uno dei due gatti, l’avversario verrà spostato in giardino;
  • Se escono i colori di entrambi i gatti, verranno spostati tutti e due in giardino;
  • Se esce un colore diverso dai due gatti, quello presente nella stanza dovrà sloggiare e a lasciare il posto al nuovo venuto.

Se il giocatore di turno possiede, fra i suoi segnalini nascondiglio, quello che corrisponde per simbolo e colore allo spazio in cui è stato piazzato il gattino, allora lo rivela e lo piazza sotto il gatto.

A questo punto della partita scatta il momento Padrona di casa“.
Il giocatore di turno tira un dado e tutti i giocatori devono cercare di afferrare il gattino del colore corrispondente. Il più rapido sposta il gattino acciuffato in giardino, ma può liberarsi di un segnalino nascondiglio passandolo al giocatore che ne ha meno; non è mai possibile cedere l’ultimo segnalino, il quale deve essere per forza posizionato nella casella corrispondente.

La partita finisce quando un giocatore riesce a liberarsi per primo di tutti i segnalini nascondiglio che possiede, diventando così vincitore.

All’interno della confezione

  • 6 Gattini colorati
  • 6 Stanze e 1 Giardino
  • 2 Dadi colorati
  • 30 Segnalini “Nascondiglio”
  • 30 Segnalini “Evento”
  • 1 Regolamento


Torna su