Prosegue la nostra collezione di giochi dedicati ai nostri amici gatti e dopo aver visto Calico e Exploding Kittens, oggi andremo a conoscere questo gioco che ci catapulterà su di un’isola piena di gatti – o meglio, di felini dall’aspetto bellissimo e colorato – in procinto di essere invasa da un brutale esercito distruttore. Scopriamolo assieme!

The Isle of Cats, cos’è e come si gioca

Come abbiamo anticipato poco fa, ad un certo punto del gioco, l’isola viene invasa da questo spietato esercito e i cittadini di un regno vicino mandano subito delle navi per mettere in salvo i teneri animali, in quella che si trasforma ben presto in una gara a chi riesce a salvarne di più.

Realizzato da The City of games, The Isle of Cats è un gioco competitivo per 1-4 giocatori (8+ anni) pieno di componenti colorate e accattivanti, si parte dalle plance dei giocatori a forma di nave, contornate da un oceano azzurro e si procede con le famiglie di gatti, che prendono la forma di tessere sagomate da incastrare nell’apposito spazio di ogni imbarcazione.

I giocatori devono alternarsi nell’attirare gatti sulle proprie navi con del pesce (che rappresenta la valuta del gioco). Alcune carte determinano chi comincia per primo e assegnano ceste per il trasporto degli animali, altre forniscono alcune abilità una tantum utili, altre ancora danno obiettivi aggiuntivi.

L’obiettivo principale del gioco è quello di riempire la stiva e le stanze della nave il più possibile, cercando di tenere unite le famiglie di gatti (distinte per colore). Bisogna fare anche particolarmente attenzione a coprire i topi che infestano le stive e a riempire più stanze possibile, in caso contrario si rischia di perdere punti; e decidere quando sacrificare un po’ di spazio per ottenere gemme e altri tesori.

Conclusione

The Isle of Cats è un gioco coinvolgente e colorato che richiede una buona dose di strategia per vincere. Con moltissime carte obiettivo per aumentare la varietà di ogni partita. Tuttavia, nonostante il successo mondiale, si trova solo in inglese. Ma l’indispensabilità dalla lingua è medio-bassa, in quanto si applica solo al regolamento e alle carte.

Torna su