Continua la nostra collezione di giochi dedicati ai nostri amici felini e, dopo aver visto Meow, Calico e The Isle of Cats, oggi andremo a conoscere meglio questo astuto gioco che altro non è che il vecchio gioco di “sasso-carta-forbice” ma ovviamente, in chiave più moderna e a tema gattesco: Super Cats!

Se pensi che il vecchio gioco di “sasso-carta-forbice” sia ormai vecchio e superato, dovrai ricrederti dopo aver provato Supercats: un piccolo ma astuto gioco di carte che riesce a donare nuova linfa ad un vecchio gioco noto a tutti. Il merito, ovviamente, è anche del tenero tema gattini. Ma andiamo ora a scoprirlo assieme!

Super Cats, cos’è e come si gioca

Super Cats è un gioco di carte creato dall’italiana Studio Supernova e ideato da Antoine Bauza, Ludovic Maublanc, Théo Rivière, Corentin Lebrat e Nicolas Oury. Super Cats è un’idea accattivante a portata di tutta la famiglia, che va a rispolverare un meccanismo classico già ben conosciuto. E’ giocabile in 3-6 giocatori che abbiamo un minimo di 8 anni ed una partita ha una durata di circa 10-15 minuti. Ma andiamo ora a vedere come si svolge una partita!

Come prima cosa, ciascun giocatore sceglie una squadra di cinque normalissimi micetti. L’obiettivo sarà quello di riuscire a trasformarli tutti in Supercats, supereroi felini a tema ninja, x-men, power rangers e altri ancora. Come? Al grido di “Su-per-cats” (invece di un, due e tre!) mentre bisogna scegliere che numero mostrare con le dita di una mano, da zero a cinque.

x-giochi di catti super cats

Ogni numero ha un effetto, che va appunto dal trasformare uno o due felici in altrettanti supereroi, al consentire di mostrare due numeri (usando due mani) nel giro successivo. Ovviamente, però, questi benefici non sono per tutti. La priorità va infatti, a chi ha lanciato il numero più alto, a cui però è associato un effetto più debole. Inoltre c’è anche un altro fattore da tenere in considerazione: i numeri uguali si annullano. Quindi, se due giocatori mostrano il cinque, nessuno di loro vincerà, ma il giro andrà all’unico ad aver giocato il quattro, o il tre, ecc.

Ma il gioco non finisce qui. Quando qualcuno completa la trasformazione della propria squadra di gattini, tutti gli altri giocatori si uniscono trasformandosi in un grande-robot-cane e si procede con una seconda fase uno-contro-tutti.

Torna su